Metti una sera a teatro....

Avete presente quando desiderate fare una cosa, ci tenete veramente, ma poi le circostanze della vita, pare che si alleino per fare in modo che ciò non accade? Allora quel desiderio si ripone in un cassetto, ripromettendosi che un giorno lo si esaudirà.
Nel tempo poi si presentano occasioni diverse, che puntualmente per una ragione o per l'altra poi non si concretizzano.
Poi dopo quindici lunghi anni, improvvisamente i pianeti si allineano, l'occasione si ripresenta, tu non hai intoppi e finalmente ci riesci! Lo so che tutti starete pensando "chissà di che parla..." I miei desideri sono sempre stati molto semplici eppure proprio perchè semplici, nella mia vita il più delle volte si sono complicati in maniera assurda...
Quindici anni fa, veniva rappresentato per la prima volta il musical scritto da Riccardo Cocciante Notre Dame de Paris, fu un successo mondiale ai tempi e io mi ricordo bene che in quel preciso momento è nato il mio desiderio di vederlo.
Una serie di eventi come sempre rese questa cosa impossibile.
Qualche anno dopo, durante una vacanza estiva in Romagna, ci sbattei di nuovo la faccia contro, era una rappresetazione, non più con gli attori principali della prima volta, ma comunque meritevole di essere vista: ero nel tempo e luogo giusto, ma ahimè i biglietti erano esauriti.
Riposto di nuovo il desiderio nel cassetto.
Arriviamo ai giorni nostri, dieci giorni fa a Torino: grande rappresentazione con gli attori originale di quindici anni fa, ero nel tempo e nel luogo giusto e poteva cadere il mondo che non me lo sarei perso! Infatti c'ero e devo dire che aver aspettato per tutti questi anni, ha caricato l'evento di una maggiore gioia, perchè le cose che sai attendere con pazienza poi sono quelle che ti gratificano di più....
Diciamo che anche la vista di Gringoire appena si è aperto il sipario, ha avuto il suo peso: ma quanto è bello quest' uomo? (non parliamo della voce poi..)  

Leggi tutto l'articolo