Meyrink, il risveglio ed il senso occulto del matrimonio

di Julius Evola
(Tratto dal “Roma”, 7 luglio 1972)
Recentemente è stato rilanciato un gruppo di traduzioni di libri di Gustav Meyrink: Il Domenicano Bianco, la Notte di Valpurga, L’Angelo della Finestra d’Occidente, dopo che l’editore Bompiani aveva già pubblicato un nuova traduzione del Golem, libro che  suo tempo ebbe in Germania un grande successo e del quale fu fatto anche un film. Il Meyrink (1868-1932) è un autore veramente unico nel suo genere. La designazione «romanzo» si applica solo approssimativamente ai suoi libri. Se in essi il sovrannaturale ha una parte di rilievo, il tutto non si riduce, però, al fantastico, come nella linea che da un Poe e da un Hoffmann va fino ad un Lovecraft. In essi il sovrannaturale ha, a suo modo, un carattere di realtà per il frequente riferimento ad insegnamenti iniziatici, i quali talvolta vengono dati direttamente, talatra risultano da contesti simbolici. Pel Meyrink questo elemento valeva effettivamente come quello primario. Così in una int...

Leggi tutto l'articolo