Mi presento: sono il Vice-Sindaco

  Indovinate chi si presenta oggi ai lettori di BenaglioinConsiglio? Niente meno che il nostro Vice-Sindaco (o come amiamo chiamarlo noi, il Sindaco-Vice) nonchè Assessore allo Sport, al Commercio, alle Attività Produttive e all'Ascolto   MATTEO PEDERCINI   Premetto: con Matteo esiste un'amicizia fraterna ultra-ventennale, dunque mi sono divertito a commentare i passi delle risposte che meglio condivido personalmente....ecco a voi !   Dove sei nato? Milano   Quando? 27 aprile di 32 anni fa.
  Segno Zodiacale? Toro.
  Il tuo numero preferito? Sono due: 8 e 18 Ti capisco, i miei sono il 5 e il 15 !!!    Cosa fai nella vita, oltre che il Vice-Sindaco? Lavoro e mi godo le mie tre donne.
Idem !!!   Qual è il tuo piatto preferito? Gnocchi al gorgonzola, lasagne, risotti della mia Daniela.
  Vino oppure birra? Vino se vuoi pensare, birra se vuoi godere.
  Telegiornali oppure giornali? Quotidiani, ma con limitazioni (...non con limitazione...).
  TV oppure radio? Entrambe, anche se la radio è maggiormente intima.
  L'ultimo libro sul tuo comodino? Ne leggo sempre due insieme: ora "Ultima sentenza" di Grisham e "Il traduttore del silenzio" di Hari.
Profondo, da assaporare.
Sul comodino, però, c'è sempre anche "La Settimana Enigmistica".
  Il film che ti ha preso più di tutti? Ne vedo pochi.
Fantastico "Il nome della rosa" nella mia adolescenza; emozionanti "Titanic", "Il gladiatore", "Il silenzio degli innocenti" che vedo ancora con un occhio soltanto.
  …e quello che più di tutti ti ha deluso? Non saprei, a modo loro tutti mi lasciano qualcosa...
  Il tuo "mito" personale, l'uomo o la donna che vorresti essere? Mi piaccio come sono (come sa chi mi conosce), con i miei doni e i miei limiti.
Però vorrei avere la pazienza di mio padre, la devozione per le cose di mia moglie e di mia madre, l'innocenza della mia Emma, la Fede dei "miei fratelli" Marco e Michele.
Magari anche i soldi del "mio" Silvio.
  Cosa ti ha spinto a far politica in Gorgonzola? Un mix: una veloce chiacchierata con un Consigliere comunale d'allora, Diego; un pizzico di incoscienza; un po' di voglia di misurarmi.
Soprattutto, a conti fatti, un grosso continuo esempio da parte del mio amico Luigi.
  Tre aggettivi che ti descrivono al meglio: Rigoroso, leale, immediato.
  Chi ti conosce sa che? Odio l'ignoranza di sentimento.
Mi piace leggere e scrivere.
Credo in chi parla col cuore.
  Il tuo sogno nel cassetto: Per il mondo, più giustizia sociale.
Per l'Italia, più rispetto verso gli indifesi.
Visto che è un blog, però [...]

Leggi tutto l'articolo