"Mi sono salvato grazie al telefonino": la storia di un sopravvissuto

Sylvestre era fuori allo Stade de France, quando è iniziato l'inferno.
Il giovane è stato raggiunto da colpi da arma da fuoco esplosi dai terroristi, ma si è salvato grazie al suo cellulare.
Come riporta il Mirror, l'uomo ha raccontato che "la sua testa sarebbe stata trivellata di colpi" se in quel momento non avesse avuto il telefonino in mano.
Telefonino che infatti ha lo schermo fracassato e ammaccature sul bordo.
Dal momento dell'attentato, il ragazzo non ha più mollato il cellulare, che mostra con venerazione a giornalisti e fotografi, quasi fosse una reliquia.
Parlando ai media Sylvestre ha detto: "Se non ci fosse stato il cellulare sarei morto, non lo auguro a nessuno".
Inoltre ha aggiunto di essere stato colpito al piede e sfiorato al torace.
"Sono salvo per miracolo".

Leggi tutto l'articolo