Mice e 2000 nuove camere: Budapest aspetta il turista italiano

Milano (askanews) - Duemila camere in più entro il 2019 e una maggiore attenzione alla domanda turistica che affianca quella tradizionale, come il Mice e il settore medicale: giocando queste nuove carte, Budapest ha presentato la sua offerta per la prossima stagione ad agenti di viaggio e tour operator milanesi nel corso di un workshop che si è svolto al Palazzo dei Giureconsulti.
"L'obiettivo principale di oggi è di approfondire la conoscenza anche sul turismo tematico - dice Melinda Szilàgyi, consigliere per gli affari economici e commerciali del Consolato ungherese a Milano - Invitiamo a visitare l'Ungheria non solo per il tempo libero, che comunque è importantissimo, però ci sono molte altre opportunità.
E' infatti una ottima destinazione per il Mice, o per i periodi di riabilitazione, o per le possibilità in campo medicale: tutte opportunità e servizi a livello altissimo in tutta l'Europa dell'Est".
Servizi di qualità, ma a prezzi più contenuti, e collegamenti diretti da quattro città italiane - Milano, Bergamo, Roma e Bari - fanno di Budapest una delle destinazioni preferite dagli italiani che infatti si collocano al quarto posto dopo inglesi, statunitensi e tedeschi nella graduatoria dei visitatori della capitale ungherese.
E che mostrano però di apprezzare di più.
"Secondo le statistiche - prosegue il consigliere economico del Consolato - un italiano si ferma a Budapest per 2,8 giorni a Budapest, un valore più alto della media degli altri turisti che si fermano in città che è di 2,3 giorni".
Nel corso del workshop il Budapest Festival and Tourism Centre e il Consolato italiano hanno agevolato l'incontro tra gli operatori turistici italiani e ungheresi anche in vista della festività di fine anno, periodo insieme a quello estivo tra i più graditi dai turisti italiani per raggiungere la città.
Ma Maria Sali, del Budapest Festival and Tourism Centre, ricorda come la città sia una meta turistica particolarmente attraente in tutti i periodi dell'anno: "In generale diciamo che Budapest - afferma Sali - è capitale per le Quattro Stagioni dell'Europa centrale".
"Vi aspettiamo - conclude Melinda Szilàgyi - tanto e speriamo che veniate sempre più numerosi".
( luca.ferraiuolo@askanews.it )

Leggi tutto l'articolo