Michael Jackson, trovato materiale pedopornografico nella villa

Sono passati quasi sette anni dalla morte di Michael Jackson, ma i segreti del re del pop non sono ancora venuti tutti a galla.
A quanto riporta Radar Online, infatti, nel 2003 la polizia scovò una vasta collezione di materiale pedopornografico a Neverland Ranch, dimora dove Jacko visse per anni.
La notizia del ritrovamento è stata diffusa solo adesso e l'archivio comprende foto nude di bambini, ma anche torture e sesso sadomaso con minori e adulti.
La perquisizione venne condotta a seguito delle ripetute accuse di molestie sessuali su minori.
Secondo quanto riportato sul verbale venne ritrovato parecchio materiale pornografico che comprendeva "note, diari, documenti, fotografie, audio e video".
Oltre a questo anche farmaci per curare la dipendenza dal sesso, con ricette prescritte da differenti medici vicini alla star.
"I documenti trovati rivelano che Jackson era un manipolatore, dipendente da sesso e droghe" ha raccontato una fonte informata sulla vicenda "usava la violenza, il sesso esplicito e i sacrifici animali per attrarre i bambini.
Aveva anche delle immagini shock e disgustose di bambini nudi e torturati, adulti nudi e donne in posizioni sadomaso".

Leggi tutto l'articolo