Michelle, la donna "vampiro" californiana che si nutre di sangue umano

Michelle Craves, professione tatuatrice, ha 29 anni, vive a Lancaster ed è affetta da un passione raccapricciante: bere sangue umano.
La storia è stata raccontata nella puntata del 20 marzo del programma televisivo americano “My Strange Addiction”.Come dichiara la stessa Michelle, senza la sua dose quotidiana di sangue non riesce a vivere: si tratta di una passione ai limiti della dipendenza.
La mattina, nel caffè, versa una dose di sangue scuro, all'aperitivo nel calice del vino, nelle zuppe o, tocco di stile, nei cocktail.“Cerco di bere sangue umano ogni volta che posso”, racconta la raccapricciante testimonianza di questa donna.
“Ogni persona ha il suo gusto: c'è sicuramente una differenza tra bere il sangue di un uomo e il sangue di una femmina”.In ogni caso, Michelle non beve il sangue di chiunque, ma di pochi selezionati “donatori”, molto spesso uno dei suoi migliori amici, un compagno o un amante, qualcuno che, come lei stessa afferma, conosca “dentro e fuori”.La donna non riesce a fare a meno del sangue umano che beve da circa 10 anni e preferisce “succhiarlo” direttamente dalla fonte.
Nell'episodio trasmesso dalla televisione americana, la vittima dei canini della “real vampire” è Johnny, amico di Michelle da circa due anni.“Il dolore che sento, in realtà non mi distrurba”, racconta Johnny, che pazientemente si sottopone al raccapricciante rito.
“Quando mi taglio, mi abituo rapidamente al dolore.
Sono più concentrato su quello che sta avvenendo, sull'alimentazione, se si vuole”.“Il sapore del sangue varia da essere vivente a essere vivente, da umano a umano.
Non solo.
Dipende anche da che parte del corpo viene estratto”, dice Michelle.
“Non mi piace il sangue estratto dal collo, è un cliché, e non deve essere troppo caldo, altrimenti diventa gelatinoso”.Michelle è una vera intenditrice e come tale diviene pretenziosa  quando si tratta della sua linfa vitale.
Ne ha bisogno, non può farne a meno e senza la sua dose giornaliera diventa irritabile e arrabbiata tanto da non riuscire ad uscire di casa: “Ho bisogno del mio sangue”.
Evidentemente, ha sviluppato una forte dipendenza psicologica al consumo di sangue.[La leggenda dei vampiri potrebbe essere stata ispirata da una malattia reale][Vampiri terrorizzano una cittadina della Serbia]All'interno dello show è stato intervistato anche un medico che ha consigliato vivamente a Michelle di smettere di bere sangue umano.
Oltre al rischio di incorrere in un'emocromatosi, un overdose di ferro nel sangue, Michelle [...]

Leggi tutto l'articolo