Migliaia di defunti «in cura» dal medico Mega truffa al sistema sanitario in Sicilia

INDAGINE DELLA GUARDIA DI FINANZA SULL'INTERO TERRITORIO ISOLANO.
Scoperti 51.287 casi di persone decedute per le quali i medici di famiglia continuavano a incassare le indennità mensili, danni per 14 milioni di euro   PALERMO - I pazienti erano deceduti a volte da anni, ma i medici di famiglia continuavano a percepire le indennità mensili erogate dalle Ausl.
I casi accertati sono realtivi a ben 51.287 persone decedute in Sicilia, che risultavano ancora assistite dal medico di famiglia, per un danno erariale di circa 14 milioni di euro.
La mega truffa al sistema sanitario regionale è stata scoperta dalla Guardia di Finanza in seguito all'intensificazione dei controlli su tutto il territorio isolano disposta dal comandante regionale delle Fiamme gialle, il generale di divisione Domenico Achille.
Già nel 2007 un Reparto aveva condotto un'attività operativa che aveva consentito l'accertamento di un danno erariale pari a circa 5 milioni di euro, derivante dalla corresponsione, a medici di base, della prevista indennità anche per assistiti risultati deceduti.
Le particolari modalità operative scoperte sono state segnalate a tutti gli altri reparti della Sicilia per l'avvio di analoghe indagini.
La complessa indagine è ancora in corso.

Leggi tutto l'articolo