Mike Onesko's Guitar Army - "In The Name of Rock'n'Roll" (Graveyard Records, 2015).

Ad ognuno il suo rock: Mike Onesko (vecchio leader e frontman dei Blindside Blues Band) mette insieme un gruppo di aficionados "del muro del suono" in perfetto stile anni '70.
E ne viene fuori un disco che è tutto scritto nel titolo: nel nome del rock'n'roll si dice e si fa di tutto, a tutte le età...
pur di decostruire ogni forma di puritanesimo sociale o di convenzione morale.
Distruggere è il minimo comune denominatore di un album riffoso, corrosivo e arrabbiato.
Invasato, forse il termine più adatto per descrivere la nutrita schiera di special guest, grandi chitarristi (tra i tanti Brett Ellis, Dirty Dave Osti, Craig Erickson & Doug Rappoport) che con l’aggiunta del vocalist Jeff Martin (Racer X/Badlands) fanno di questo "In The Name of Rock N'Roll" un coacervo di chitarre spezzate, nodi in gola e di elettricità sonora per tutte le calzature anti-infortunistica.
Chitarre sporcate, chitarre a volte spocchiose, devices militari e proclami alieni alla Orson Wells mentre scorre veloc...

Leggi tutto l'articolo