Milano,romeno salva donna da stupro

Preso aggressore, lei lo fa scarcerare Un romeno di 19 anni ha salvato una 30enne aggredita a Milano da un marocchino: richiamato dalle urla della vittima è corso dalla donna che era già stata immobilizzata.
"Se non la lasci stare ti prendo a calci", ha detto il giovane di nome Adrian che ha poi segnalato alla polizia l'aggressore già arrestato per furti e violenze sessuali.
Il marocchino è stato poi scarcerato poiché la vittima, davanti al gip, si è più volte contraddetta.
La ragazza ha raccontato di essere stata avvicinata da uno uno scooter con a bordo due persone.
Lei camminava con un suo amico che però si è subito allontanato al primo tentativo di scippo da parte dei malviventi.
Successivamente il marocchino a bordo del motorino ha aggredito l'italiana tentando di violentarla.
La donna, con l'uomo addosso ha iniziato ad urlare per divincolarsi.
Le invocazioni d'aiuto sono state udite dal romeno che ha cercato di distogliere l'aggressore dicendogli: "Se non la lasci stare ti prendo a calci".
L'aggressore ha però trascinato via la ragazza che continuava ad urlare.
Il romeno allora ha cercato qualcuno che avesse un telefono e gli consentisse di dare l'allarme.
Alle sue grida ha risposto un residente che si è affacciato e dopo le spiegazioni del romeno ha chiamato la polizia.
Gli agenti della Volante giunta sul posto hanno trovato l'uomo ancora accanto alla sua vittima che negava l'evidenza.
Gli agenti hanno provveduto dunque all'arresto di un marocchino di 38 anni, già noto alle forze di Polizia per reati contro il patrimonio e per essere un bevitore accanito della zona.
Questo il racconto fornito alla polizia dal rumeno e dalla vittima.
Quest'ultima, però, non ha raccontato le stesse cose al gip che doveva convalidare il fermo del marocchino.
Il presunto aggressore è stato rilasciato dal magistrato Silvia Perrucci, che non ha convalidato l'arresto, perché la vittima si sarebbe più volta contraddetta nel riferire la dinamica dei fatti.
Il 28enne, pluripregiudicato e già sottoposto a decreto di espulsione, rimane dunque indagato a piede libero.
  fonte:tgcom.it   CHIUDIAMO LE FRONTIERE E MANDIAMO VIA GLI EXTRACOMUNITARI!!!SONO STUFO!!!!!

Leggi tutto l'articolo