Ministero della Funzione Pubblica - Circolari

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------  18 aprile 2008 - Circolare n.
5/08 in tema di indirizzo in merito all’interpretazione della norma sulla stabilizzazione.
È pubblicata la Circolare n.
5, firmata dal Ministro per le Riforme e le Innovazioni nella pubblica amministrazione, riguardante le linee di indirizzo in merito all'interpretazione ed all'applicazione dell'articolo 3, commi da 90 a 95 e comma 106, della legge 24 dicembre 2007, n.
244 (legge finanziaria 2008).
  Per saperne di più (CLICCA) In sintesi dei passaggi della Circolare 2.
Reclutamento ordinario e procedure di stabilizzazione Le disposizioni in materia di stabilizzazione (art.
1 commi 519 e 558, legge 296/2006 e art.
3, comma 90, legge 244/2007) definiscono una procedura speciale di reclutamento che deroga rispetto alle modalità ordinarie del concorso pubblico, in quanto riservata ad una platea di destinatari per i quali si è scelto di valorizzare la loro esperienza professionale presso le pubbliche amministrazioni.
Tenuto conto del principio costituzionale del prevalente accesso attraverso concorso pubblico, cioè senza riserve e limitazioni nella partecipazione, che le amministrazioni devono garantire a fronte di procedure di reclutamento riservate, le procedure di stabilizzazione possono essere avviate dalle amministrazioni purché nella programmazione triennale del fabbisogno siano previste forme di assunzione che tendano a garantire l’adeguato accesso dall’esterno in misura non inferiore al cinquanta per cento dei posti da coprire.
A tal fine la mobilità di personale va computata in maniera neutra.
Fermo restando quanto sopra, la legge finanziaria per il 2008 ha ampliato l’impatto delle disposizioni sulla stabilizzazione ma nel contesto della suddetta legge il legislatore si è preoccupato in più occasioni di limitare la portata temporale delle stesse ed a ribadire il regime ordinario del reclutamento ……………………….Anche la novella all’art.
36 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n.
165 operata dall’art.
3, comma 79, della legge 244/2007, sancisce il principio che le pubbliche amministrazioni effettuano assunzioni esclusivamente secondo il modello standard del contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato per ricondurre il settore pubblico verso il regime ordinario del reclutamento in armonia con i principi generali che ne regolano il funzionamento e con le finalità dell’attività amministrativa preordinata al perseguimento [...]

Leggi tutto l'articolo