Miracle drug

La seconda canzone in scaletta di How to dismantle an atomic bomb è stata dedicata a Christopher Nolan, poeta che frequentava la scuola di Bono, e che era paraplegico dalla nascita. Qualcuno trovò una cura per permettergli di muovere il collo di qualche centimetro, in modo che con un pennino attaccato alla testa a mo' di unicorno egli potesse scrivere le sue bellissime poesie ("The songs are in your eyes..."). Nella stesura della canzone (che dal punto di vista sonoro si riadattava ai vecchi canoni delle canzoni degli U2), Bono pensò che la stessa situazione potesse rendersi utile a milioni di persone africane che invece avevano ancora problemi a controllare la diffusione dell'Aids. La fiducia in Dio non toglie la fiducia nella scienza, e quindi Miracle drug diviene il canto della speranza
I want to trip inside your head
Spend the day there…
To hear the things you haven’t said
And see what you might see
I want to hear you when you call
Do you feel anything at all?
I want to see your ...

Leggi tutto l'articolo