Miracoli - Santa Elisabetta d'Ungheria

Relatio miraculorum «Incipiunt miracula sancte Elyzabet»
Giorno 8 aprile 1232. Il bambino Teodorico, nato cieco e con le orbite completamente chiuse, acquista la vista a cinque anni, mentre prega sulla tomba di Elisabetta, a Marburg. Lo dichiara la madre sotto giuramento, lo confermano il sacerdote della cappella Goffredo e alcuni cittadini di Marburg, quali Ermanno, Alberto e Ditmaro. Ne è testimone lo stesso maestro Corrado, il quale ha verificato di persona e ha interrogato testimoni.
Giorno 16 ottobre 1232. La signora Lutgarda, della diocesi di Magonza, dichiara con giuramento che il suo bambino di tre anni morì dopo acuta infermità. Il suo corpo giaceva ormai freddo. La nonna Berteide invocò con insistenza il Signore e chiese l'intervento di Elisabetta, promettendo di portare ogni anno una precisa offerta alla sua tomba e di donare un contributo all'ospedale San Francesco in Marburg. All'alba del terzo giorno il bambino riprese a respirare e cominciò a muoversi. Alla sera già parl...

Leggi tutto l'articolo