Miseria e ipocrisia dell'intellettualità italiana di fronte all'arresto di Assange da megachip

Tutti difensori dei diritti umani.
Ma, siccome li violano tutte le sere, privando la gente di una informazione decente, ovviamente non amano i disturbatori della quiete del Potere. Julian AssangeRedazione12 aprile 2019  di Giulietto Chiesa.Ieri sera ho guardato qua e là la tv.
Poi ho smesso.
Stamane guardo i giornali, ma ho smesso di nuovo.
Per la nausea. C'è quello che condanna Assange (giornalista, non faccio nomi, è inutile) perché "gli Stati hanno bisogno delle loro zone d'ombra" (sic). Un altro (giornalista) lo condanna perché ha rivelato segreti di Stato. Un terzo (giornalista) dice che "avete notato che non ha mai rivelato i segreti del Cremlino?" C'è un piddino che lo qualifica come agente di Mosca. C'è un'altra (scrittrice) che afferma che è un "personaggio ambiguo". Nessuno lo "assolve", per carità! I talk show vanno avanti imperterriti con il loro susseguirsi di nani e ballerine, parlando d'altro, come se nulla fosse accaduto.
Sono condotti da giornalisti, che ...

Leggi tutto l'articolo