Mistero sulla morte della sub italiana in Messico

Una vacanza al caldo, in Messico, che si trasforma in tragedia senza un perché.
Anna Ruzzenenti, 27 anni, era partita dall’Italia il 13 dicembre ed è stata ritrovata morta a Playa del Carmen, paradiso caraibico lungo la Riviera Maya, nella penisola dello Yucatan.
Sarà l’autopsia a svelare le cause della morte della ragazza, esperta istruttrice sub e originaria di Bardolino, in provincia di Verona.
E solo allora potrà esserci il nullaosta per il rimpatrio della salma in Italia.
Ma sui tempi è buio fitto, come su tutta la vicenda, avvolta dal mistero.
Nessuna ipotesi sulla dinamica, nessuna ricostruzione neppure sui media messicani che parlano genericamente di una donna probabilmente straniera di pelle bianca ritrovata cadavere.
Potrebbe essersi trattato di un malore ma allo stato dei fatti potrebbe essere accaduto di tutto.