Moana Pozzi, venticinque anni fa il decesso: ma la morte resta un mistero

«Mi immagino ancora una donna piacente, mi darò da fare per continuare ad esserlo, dopo non mi immagino più». Era la primavera del 1994 quando, con un lungo abito rosso di paillettes, citazione di Marilyn Monroe in “Gli uomini preferiscono le bionde”, Moana Pozzi nella trasmissione Rai “Tutti a casa” condotta da Pippo Baudo, parlava del suo domani. Aveva 33 anni.

Il 15 settembre dello stesso anno si sarebbe spenta a causa di un male rimasto misterioso, forse un tumore. Sono passati 25 anni dalla sua scomparsa ma la memoria del personaggio è ben viva. Moana ha saputo andare ben oltre il suo ruolo, conquistando i media e dedicandosi pure all'impegno politico. È diventata un’icona - immagine di bellezza, libertà, trasgressione, ironia - e perfino un mito, tanto che ciclicamente qualcuno sostiene che sia ancora viva ma lontana dai riflettori, come si era detto di Elvis Presley e pure di Michael Jackson.
Il suo segreto è stato non accettare limiti ed etichette, muovendosi in vari ambiti...

Leggi tutto l'articolo