Modella 26enne strangolata, confessa il fratello

È stato arrestato per omicidio il fratello di Qandeel Baloch, giovane modella strangolata a casa dei genitori nel Pakistan centrale.
Lo riporta la Bbc L'uomo, 30 anni, l'aveva ripetutamente minacciata per le foto che lei pubblicava su Facebook e altri social media.
L'arresto di Waseem, il fratello di Qandel di 25 anni, è avvenuto ieri sera a Dera Ghazi Khan, città natale della modella da lui uccisa in un «delitto d'onore».
In una conferenza stampa insieme alla polizia, Waseem ha apertamente confessato di avere «drogato e strangolato» la sorella, spiegando poi che «lei aveva disonorato il nome Baloch» con i video troppo spinti e dichiarazioni postate nella Rete.
«C'erano altre questioni - ha poi aggiunto - come quella legata alla religione», in riferimento alla vicenda dell'incontro in un hotel fra la sorella e il Mufti Qavi, evento che aveva creato scalpore nell'opinione pubblica pachistana.
Waseem ha infine detto che «lei non si è resa conto che la volevo uccidere.
Le ho dato un pastiglia e poi l'ho strangolata».
 

Leggi tutto l'articolo