Moldavia, avanti socialisti pro-russi

(ANSA) – MOSCA, 25 FEB – I risultati pressoché definitivi delle elezioni parlamentari in Moldavia mostrano come nessun partito abbia ottenuto la maggioranza, un risultato che lascia l’ex repubblica sovietica nel limbo tra le forze filo-occidentali e quelle pro-Russia.
Con il 98 per cento dei voti scrutinati, infatti, i socialisti dell’opposizione pro-Russia avevano il 31,35 per cento, mentre il gruppo pro-europeo ACUM aveva il 26,17 per cento.
Il Partito Democratico, attualmente al potere, è al terzo posto con il 24%.
L’alleanza governativa ha perso il sostegno a causa della corruzione dilagante, del calo degli standard di vita e più in generale per l’erosione della democrazia in Moldova (situata tra Romania e Ucraina).
Il presidente moldavo Igor Dodon ha messo in guardia che un’altra tornata elettorale potrebbe rendersi necessaria nei prossimi mesi e che l’esito inconcludente del voto potrebbe portare all’instabilità.