Molestie sessuali e irrilevanza

Molestie sessuali e irrilevanza presistente struttura labile della personalità del danneggiato
 
Tribunale di Milano 21 aprile 1998 -  Pres. Ruiz - Est. De Angelis - C. (avv.Manzoli) c. F. (avv. Pepe) e c. Sant'Andrea 9 Srl (avv.  Zambrano).
 
Molestie sessuali - Domanda di risarcimento del danno biologico ex art. 2043 c.c. - Competenza del giudice del lavoro - Sussiste.
Molestie sessuali - Art. 2043 c.c. - Danno biologico - Preesistente struttura labile di personalità del danneggiato - Danno imprevedibile - Obbligo risarcitorio – Sussiste - Molestie sessuali - Responsabilità solidale del datore di lavoro - Limiti.
 
Il giudice del lavoro è competente a decidere sulla domanda di risarcimento del danno biologico derivante da molestie sessuali avanzata da una lavoratrice subordinata contro il suo superiore gerarchico in quanto la dizione «controversie relative a» contenuta nell'art. 409 n. 1 c.p.c. ricomprende le domande in cui i rapporti ivi indicati, pur non costituendo la causa petend...

Leggi tutto l'articolo