Molestie sessuali sul posto di lavoro - Cass. pen. n. 9225/2010

Molestie sessuali sul posto di lavoro
 
Cass. pen., sez. V, 8 marzo 2010, n. 9225 – Pres. Rotella – Rel. Scalera
 
Molestie sessuali sul posto di lavoro – Violenza privata.
 
Le insistenti richieste di prestazioni sessuali, rivolte con la protervia e l’arroganza che l’abuso del ruolo di superiore gerarchico della vittime consentiva, ed i comportamenti vessatori che facevano seguito in guisa di sanzione dei rifiuti, integravano ampiamente la fattispecie di violenza privata - tentata quella consumata nei confronti della dottoressa C. -, in quanto costringevano le vittime quantomeno a patire ingiuste e mortificanti vessazioni, inducendo in loro non solo sofferenza e malessere, ma anche concreti pregiudizi della loro serenità sul lavoro e delle loro legittime aspirazioni a progressioni in carriera, lasciate intravedere solo in guisa di ricompensa di disponibilità, manifestata almeno sotto forma dell’intrigante offerta del proprio corpo allo sguardo mercé l’ausilio di abbigliamento acconcio...

Leggi tutto l'articolo