Mondiali - Blatter "Un nuovo mondo per il calcio"

PARIGI (Francia) - In un’intervista pubblicata sul sito de “L’Equipe” il presidente della Federcalcio mondiale Sepp Blatter ritorna sull’assegnazione dei prossimi mondiali a Russia e Qatar per difendere la Fifa e le sue designazioni da qualsiasi critica.
Prima qualche parola sul paese sovietico che ospiterà l’edizione del 2018: “La Russia è un continente a sé stante con tutti i suoi satelliti.
Sarà un’occasione per unire la popolazione europea a quella russa e unificare i mercati”.
Poi qualche parola sulla scelta del Medio Oriente: “La scelta del Qatar deriva dalla voglia di importare il calcio in un mondo nuovo e in una nuova cultura, è un’apertura.
Il mondo arabo ha cercato più volte, ad esempio con le candidature di Marocco ed Egitto, di ospitare la Coppa del Mondo, era legittimo che pretendesse di impegnarsi per organizzare un simile evento.
L’Islam conta ben un miliardo di persone”.
Proseguendo poi il discorso sull’edizione del Qatar, il presidente rende noto un particolare dell’edizione del 2022: “Io penso che alcuni incontri potrebbero aver luogo nei paesi limitrofi”.
Per conto della Fifa infine, lo svizzero nega il possibile interesse economico che si sarebbe potuto celare dietro la scelta del paese mediorientale e spiega: “Se avessimo voluto fare i soldi saremmo andati negli Stati Uniti, invece abbiamo scelto il Qatar per tantissimi altri motivi”.
fonte eurosport

Leggi tutto l'articolo