Mondiali 2010 - Finale assurdo, Uruguay in semifinale!

L'Uruguay vince ai calci di rigore una partita incredibile e raggiunge l'Olanda in semifinale eliminando il Ghana dalla competizione.
Forlan pareggia l'iniziale vantaggio di Muntari, Gyan sbaglia un rigore al 120', Muslera ne para due nella serie finale e regala la qualificazione ai sudamericani Sarà l'Uruguay ad affrontare l'Olanda martedì a Città del Capo: la formazione 'Celeste' torna in semifinale a quarant'anni di distanza da Messico 1970 superando ai calci di rigore il Ghana.
Dopo 120' il risultato resta fermo sull'1-1, frutto dei gol di Muntari (47') e Forlan (55').
All'ultimo minuto dei tempi supplementari Gyan fallisce clamorosamente un calcio di rigore (espulso Suarez).
Nella serie dei calci di rigore è decisiva la trasformazione di Abreu, per il Ghana sbagliano invece Mensah e Adiyiah.
Partita d'altri tempi, giocata a viso aperto da entrambe le squadre.
L'Uruguay sfrutta la tensione dei ghanesi e prende il comando del gioco in apertura grazie alle fiammate del trio Cavani-Forlan-Suarez.
Muslera non corre rischi fino alla mezzora, poi i ghanesi si scrollano il nervosismo di dosso e il match cambia.
Lugano 'perde' Vorsah su corner, ma il colpo di testa del difensore finisce fuori di un nulla; poi Gyan non inquadra la porta dopo una splendida cavalcata dell'ottimo Boateng.
Il primo tempo sembra finito ma nel secondo minuto di recupero Muntari pesca il jolly: sinistro improvviso da 35 metri del centrocampista nerazzurro, Muslera è posizionato malissimo e la palla finisce il rete.
1-0, il Soccer City esplode.
Tabarez corre ai ripari e nella ripresa inserisce il talentuoso Lodeiro al posto di uno spento Fernandez.
Passano 10 minuti e i sudamericani pareggiano: Pantsil stende ingenuamente Fucile in 'zona calda', bolide su punizione di Diego Forlan, Kingson non ci fa una gran figura e prende il gol sul suo palo.
Il portiere ghanese si riscatta nei minuti successivi salvando il risultato in un paio di circostanze: Suarez si scatena e sfiora il vantaggio, prima con una conclusione sul primo palo, poi con un colpo di testa sotto porta, ma in entrambe le circostanze Kingson dice di no.
Il Ghana getta nella mischia Appiah prima e Adiyiah poi, ma di fatto continua ad affidarsi alle fiammate del solito Gyan, che spesso da solo mette in crisi la difesa sudamericana.
Il risultato non cambia, nei supplementari la stanchezza la fa da padrone fino ai minuti finali.
L'Uruguay non ne ha più, il Ghana capisce che può farcela e si butta in avanti.
Al 120' arriva la clamorosa opportunità: Suarez salva sulla linea una girata sotto [...]

Leggi tutto l'articolo