Mondragone (Ce). La vita di San Massimiliano Maria Kolbe in un dramma in atto unico di Pietro Ciriello

Mondragone (Ce).
La vita di San Massimiliano Maria Kolbe in un Recital di Antonio Rungi La straordinaria vita di San Massimiliano Maria Kolbe è stata fissata in un dramma, in atto unico, che verrà presentato ufficialmente per la prima volta in assoluta a Mondragone, presso il Salone del Convento San Francesco dei Frati Minori della cittadina domizia.
Il tutto avverrà venerdì 24 gennaio 2014, con inizio alle ore 17.00.
Il recital, dal titolo "Il Gigante Kolbe", l'infinitamente piccolo, scritto dal professore di religione cattolica, Pietro Ciriello, verrà presentato a conclusione di un convegno di studi sulla figura del grande martire del periodo nazista, che offrì la sua vita, per salvare quella di un padre di famiglia.
La presentazione del lavoro verrà fatta dal Ministro Provinciale dei Frati Minori di Napoli, Padre Agostino Esposito; mentre sarà il professore Pasquale Giustiniani, docente della Pontificia Facoltà Teologica dell'Italia Meridionale a relazionare sulla figura di San Massimiliano.
Interverranno con le loro testimonianze le Suore Francescane dell'Immacolata di Napoli.
Le conclusioni del convegno saranno tratte dal professore Raffaele Fiore.
Modera i lavori, il professore Mario Zannone. L' interessante lavoro teatrale è stato reso possibile con la sponsorizzazione della Pontificia Facoltà Meridionale di Napoli- Sezione San Tommaso d'Aquino- Capodimonte e del Convento dei Frati Minori di Mondragone (Ce). In circa un'ora di spettacolo è stata reso possibile sintetizzare la vita di questo straordinario testimone della fede del secolo XX, esempio di vita cristiana, religiosa  e sacerdotale per i cristiani dei nostri giorni, in cui, come ricorda continuamente Papa Francesco, i martiri continuano a dare la loro vita e a spargere il loro sangue, in varie parti del mondo d'oggi a causa delle persecuzioni e per la diffusione del Vangelo.
Questo convegno e questa rappresentazione teatrale si colloca all'interno dell'ottavario di preghiera per l'unità dei cristiani, che per la comunità francescana di Mondragone è stato nel recente passato ed oggi occasione di incontri ecumenici a largo raggio, nel solco di Francesco d'Assisi, il santo dell'ecumenismo.

Leggi tutto l'articolo