Montagna: oggi la International Mountain Running allievi

Otto azzurri in gara, sabato 25 giugno, per l’undicesima edizione dellaInternational Mountain Running Youth Cup.
L’unica manifestazione interamente dedicata agli under 18, nel calendario internazionale della corsa in montagna, si svolge quest’anno nel nord-ovest della Repubblica Ceca a Janske Lazne, non lontano dal confine polacco.
A guidare l’Italia saranno i tricolori in carica Nadia Battocletti ed Edoardo Bozzolo.
La 16enne dell’Atletica Valli di Non e Sole, insieme al portacolori della Trionfo Ligure, è la punta di una squadra che potrà contare anche su due ragazze piemontesi, Alessia Scaini (Atl.
Savoia) e Roberta Foco (Atl.
Valli di Lanzo), e su quattro lombardi: Francesca Annoni (Atl.
Guanzate), Belay Jacomelli (Us Bormiese), Marcello Muscetti (Atl.
Alta Valtellina) e Luca Molteni (Gp Valchiavenna).
Figlia d’arte dell’ex mezzofondista Giuliano Battocletti, la trentina finora nel suo percorso di crescita agonistica si è messa alla prova anche in montagna: due titoli nazionali, prima tra le cadette, poi tra le allieve, e ora questo debutto in azzurro.
Su un percorso in sola salita (2,9 km con 300 metri di dislivello), format inedito per la rassegna giovanile, Nadia potrebbe trovare spazio in un contesto difficile da decifrare.
Ma anche le altre italiane, almeno sulla carta, preferiscono un tracciato di questo tipo.
La tradizione al femminile tiene a mente soprattutto la doppietta targata Beatrice Curtabbi e Letizia Titon sette anni fa, invece tra gli uomini a rompere il ghiaccio fu il valdostano Xavier Chevrier a Susa nel 2007, poi seguito da Yeman Crippa nel 2013 in Irlanda.
Ma anche le due ultime edizioni della rassegna hanno parlato azzurro, grazie ai successi di Davide Magnini, ad Arco nel 2014, e di Daniel Pattis, lo scorso anno a Smolyan, in Bulgaria.
Ora tocca a Edoardo Bozzolo, l’allievo di Sergio Lo Presti, protagonista nell’inverno anche nel cross e poi su pista, specie sulle distanze più lunghe: a spiccare sono i suoi 9300 metri e più nei 30 minuti su pista.
Il quartetto cercherà di scalare il podio anche nella classifica a squadre, con 16 nazioni iscritte, che ha premiato gli azzurrini nelle due ultime stagioni.
Per loro un impegno già di buona consistenza tecnica e anche in questo caso in sola salita: 4,8 km metri di sviluppo e 580 metri di dislivello positivo.
Il via della gara femminile alle ore 11.30, seguita alle 12.00 da quella maschile.

Leggi tutto l'articolo