Morale della favola - Il leone, l'orso e la volpe

  Il leone, l'orso e la volpe  di Esopo   Quella mattina un grande orso bruno, era proprio affamato.
Vagava con la lingua di fuori per la foresta in cerca di un po' di cibo quando all'improvviso vide, nascosto tra i cespugli, un bel cesto ricolmo di provviste abbandonato sicuramente da qualche cacciatore.
Fuori di sé dalla gioia si tuffò su quell'insperato tesoro culinario ma, proprio nello stesso momento ebbe la medesima idea anche un grosso leone che non mangiava da alcuni giorni.
I due si trovarono faccia a faccia e si studiarono con espressione rabbiosa.
"Questo cesto appartiene a me!", urlò l'orso.
"Bugiardo!", ruggì il leone infuriato.
In men che non si dica esplose una lotta terribile tra i contendenti i quali si azzuffarono insultandosi senza riserva.
Intanto, poco distante, una giovane volpe passeggiava tranquilla per il bosco occupandosi delle proprie faccende.
All'improvviso venne attirata da insolite urla e si avvicinò al luogo di provenienza per scoprire di cosa si trattasse.
Appena vide i due animali impegnatissimi a lottare come matti ed il cesto di cibo abbandonato vicino a loro, le balenò un'idea.
Quatta, quatta si avvicinò al paniere, lo afferrò e fuggi via andando a mangiare in pace in un luogo sicuro.
Quando, sia il leone che l'orso, sfiniti per l'estenuante baruffa sostenuta, decisero di spartirsi le provviste dovettero fare i conti con un'amara sorpresa.
Il cesto era sparito e al suo posto trovarono unicamente le impronte di una volpe, sicuramente molto furba! [Esopo]   Morale: E' proprio il caso di dire: tra i due litiganti, il terzo gode.
E' quindi inutile, se non controproducente, contendersi violentemente qualcosa se questo porta a far arricchire una terza persona.
Ma più che altro a me passa la voglia.
Non sopporto per niente quelli che sembrano interessarsi a qualcosa solo nel momento in cui interessa a te.
Contendere qualcosa è una inutile perdita di tempo, anche fosse qualcosa che si può dividere, già solo se l’altro fa mezza questione sulla mia parte, per me è del tutto inutile, e questo pure se si tratta di qualcosa che mi spetta.
L’ho constatato in diverse occasioni.
Glielo lascio tutto, e finisce la storia  casomai vedo di trovaren uno intero altrove, se proprio mi interessa.

Leggi tutto l'articolo