Morgana e i DOC

Sotto il diluvio universale, Morgana nell’alba milanese si avventura verso l’altro capo di Milano…ad un certo punto sulla MM mi è sorto un dubbio..  perché mi guardano strano?? ? Non ditemi che hanno scoperto la mia vera identità…gulpppp…in effetti solo ora mi accorgo di essere l’unica donna e per giunta bianca su di un convoglio di soli uomini multietnici….
ma sono a Milano o nella Medina???Giunta finalmente a destinazione, raggiungo i miei compagni di avventura, ognuno viene numerato e fatto accomodare in attesa di tutte le visite possibili e immaginabili…ennesimo buco nelle mie povere braccia maciullate, con l’infermiere che mi guarda sospetto come se avesse davanti a se una eroinomane conclamata, mentre io cerco di biascicare che sono le conseguenze  di un soggiorno in ospedale…da li ad un ennesimo cardiogramma ( ultimamente li colleziono;-P ) il passo e breve, fortuna che questa volta era una donna e per nulla interessata allo sfoggio dei miei “tatuaggi”..
      Vado a fare la radiografia al ginocchio ed assisto basita alla scena di due radiologi  che litigano per chi deve fare la radiografia a me e chi ad un ammasso di muscoli di sesso maschile… quello dei due che “mi ha vinto”  fa pernacchie all’altro fregandosene del mio sguardo allucinato..
tac tac ecco fatte le radiografie al ginocchietto malandato, mentre sto per rivestirmi mi dice ma come..non devi fare anche quella toracica????? Toracica????? Per un intervento al ginocchio??? RIMANDATO A SETTEMBRE IN FISIOLOGIA UMANA.
      Ritorno nel luogo di  adunanza del gruppo prossimi operati e li iniziamo a raccontarci i vari malanni reciproci..una gara insomma a chi soffriva di più…nel frattempo veniamo chiamati a turno per altre visite ed altri colloqui, quando l’anestesista mi chiama a rapporto..
parliamo per una mezz’ora per decidere che tipo di anestesia fare, una lotta estenuante tra me e lei..
eheheh ma alla fine raggiungiamo una tregua..sono sempre più rospa!!       Ultimo step, la visita con l’ortopedico uno nuovo…il quale prima inizia con le domande di rito e poi mi chiede che lavoro faccio…alèèèè siamo stati quasi un ora a parlare di apparecchi per sale operatorie di tecniche di anestesia, ventilazione, artroscopia insomma quasi quasi siamo diventati amici..ehehe mi ha promesso di farmi fare un giro del blocco operatorio prima di farmi sedare ;-))))    ….si ricorda improvvisamente che deve visitarmi il ginocchio e li un immagine mi attraversa la mente: - cavoloooooo non mi sono depilata [...]

Leggi tutto l'articolo