Morte dei peccatori - Santa Caterina da Siena

Oggi tutto sembra inconcepibile, sia gli ardori della santa sia i suoi prolungati digiuni, o le sofferenze fisiche alle quali lei Caterina fa più volte accenno, ma sempre per dire la gioia con cui pativa.
Tratto dal Dialogo della divina Provvidenza di Santa Caterina da Siena O carissima figliuola, non è tanta l'eccellenza dei buoni, che non abbiano più miseria gli infelici, dei quali io ti ho parlato.
Quanto è terribile e scura la loro morte! In punto di morte i demoni li accusano con tanto terrore e oscurità, e si mostrano nella loro figura, che sai essere tanto orribile, che la creatura sceglierebbe ogni pena di questa vita, piuttosto che vederli nella loro immagine.
Inoltre gli si rinfresca lo stimolo della coscienza, che lo rode miseramente nell'intimo.
Le disordinate delizie e la sensualità che egli si fece signora, mentre fece serva la ragione, l'accusano terribilmente, perché allora conosce la verità di quello che prima non conosceva.
Onde viene a grande confusione per il suo er...

Leggi tutto l'articolo