Morte di un poliziotto.

 
A fare da sfondo alle indagini del commissario Vera Lanz è la morte del marito, Andreas ucciso in circostanze poco chiare e, come sostiene la donna, vittima di un complotto. Puntata dopo puntata la donna scopre nuovi tasselli che vanno a comporre l'inquietante mosaico del pasato di suo marito che lavorava sotto copertura ad un'indagine molto delicata.
«So che Andreas non era un criminale, né un ladro né un assassino, eppure è stato ucciso. Ma chi c'è dietro questa morte? Chi lo ha tradito?»
Il racconto che poco per volta prende corpo è quello di un gesto di follia. Andreas Lanz, 42 anni, avrebbe impugnato la pistola nel parcheggio dell'aeroporto di Monaco e - senza un apparente motivo - avrebbe fatto fuoco più volte contro un collega, uccidendolo. A cadere sotto i colpi di pistola sparati da Lenz sarebbe stato il commissario capo Harald Krenz, 38 anni.
La storia continua con la fuga di Lanz in Italia. La cronaca racconta che l'uomo - individuato grazie ad una telefonata anonima in un...

Leggi tutto l'articolo