Morto in casa, non escluso omicidio

(ANSA) – SORICO (COMO), 2 MAR – Un uomo è morto in circostanze per ora non chiarite all’interno della sua abitazione di Sorico (Como), al confine con la provincia di Sondrio: è stato trovato con una ferita a una gamba.
Probabilmente un colpo di arma da fuoco che ha reciso l’arteria femorale.
Tutte le piste, compresa quella dell’omicidio, sono aperte.
Il rinvenimento del cadavere è avvenuto ieri attorno alle 14.
Non è ancora stata rivelata l’identità completa della persona: il fratello dell’uomo era Alfredo Sandrini, ucciso in un agguato per questioni di droga nel gennaio 2014 sulla pista ciclabile di Gera Lario (Como).
Un delitto per il quale è stato condannato il presunto responsabile, un uomo di Domaso.
I carabinieri hanno posto i sigilli all’alloggio, dove oggi verranno svolti nuovi sopralluoghi da parte della Scientifica dell’Arma.
Sarà il patologo Paolo Tricomi di Lecco a eseguire l’autopsia, su incarico del magistrato Antonio Nalesso della Procura di Como titolare dell’inchiesta.