Mosca arresta statunitense, 'è una spia'

(ANSA) – ROMA, 31 DIC – Il servizio di sicurezza federale della Russia (l’Fsb, il principale servizio di intelligence) ha arrestato un cittadino americano con l’accusa di essere una spia.
Lo riferisce la Tass.
L’uomo, Paul Whelan è stato fermato il 28 dicembre a Mosca “durante una missione di spionaggio”, secondo quanto afferma l’Fsb.
Nei confronti dello statunitense è stata avviata un’inchiesta.
Se giudicato colpevole, rischia tra i 10 e i 20 anni di carcere.