Mostra "Che a Sa Manu de Deus" all'acquario di Cala Gonone - ULS Nùgoro

Il percorso espositivo dell’Acquario di Cala Gonone ospita dal 1 al 30 ottobre la mostra fotografica di Nelly Dietzel “Che a sa manu de Deus”.
Un’interessante iniziativa de S’Ufìtziu de Sa Limba Sarda della Provincia di Nuoro che annovera fra le sue finalità non solo la valorizzazione della lingua sarda e il suo utilizzo in ogni ambito, soprattutto in quelli che riguardano situazioni ufficiali e di prestigio, ma pone anche l’accento sul profondo legame tra la lingua, la cultura e il territorio.E quale location più adatta, per questa mostra, dell’Acquario di Cala Gonone, struttura naturalmente vocata alla difesa della Biodiversità e all’utilizzo responsabile delle risorse naturali locali e, più in generale, al rispetto e alla conservazione della Biodiversità e all’utilizzo responsabile delle risorse naturali e alla salvaguardia del bene mare.Da qui l’iniziativa dell’ULS che in seguito alla collaborazione dell’Istituto di Studi e Ricerche “Camillo Bellieni” di Sassari, anch’esso da anni impegnato nella promozione del sardo, e la casa editrice nuorese Ilisso, che vanta un nutrito catalogo di opere in lingua sarda, è nata l’idea di questa mostra che racconta per immagini l’utilizzo delle piante medicinali nelle nostre comunità.Ogni pianta è corredata da una scheda in sardo, con traduzione italiana a fronte, in cui si danno notizie sulle sue proprietà terapeutiche e sull’origine del nome.Una sinergia di competenze, dunque, che ha dato vita a un’azione che riteniamo utile e necessaria a far capire che in sardo si può esprimere qualsiasi concetto.
  http://www.acquariocalagonone.it/home.php?pl=1&sl=0&tl=0&inc=news_dettaglio&idnews=55&lang=ita

Leggi tutto l'articolo