Motore rotativo

mar.17.08.10 - il primo esempio di motore endotermico rotativo è il radiale stellare degli anni 1930/'40.
Poi tra gli anni 1950/'70 si ha il motore Wankel.
Un cilindro a forma di ellisse ed un pistone a forma di triangolo.
Tramite un ruotismo satellitare (e non rotativo) si otteneva il moto utile sull' asse motore.
In contemporanea abbiamo il motore rotativo di Francesco Bonanno (Genova).
Nel 2.000 il motore Roberto Callegaro (Chioggia Venezia).
Il motore rotativo del futuro potrebbe diventare il Claudio de Bei (Bassano Vicenza).
In esso il movimento NON è satellitare bensi, come logica vuole, rotativo.
Possiamo paragonare il motore Claudio de Bei una specie di cuscinetto a sfere.
Assomiglia ad un motore elettrico asincrono.
Purtroppo il suo ideatore è morto.
Avete notizie sulla ripresa delle prove e della messa in produzione.
Grazie anticipate.
"Ciao dunebuggi Nn trovo notizie recenti,ma solo di un anno fà,in cui era ancora in trattativa il brevetto del motore.
Che un motore rotativo avesse prestazioni,emissioni,e consumi fuori dall'ordinario, già si sapeva.Ma come successo fino ad oggi,nn vedremo mai un motore del genere prodotto e venduto in larga scala come succede per tutti i veicoli.Il motivo è semplice.La sua costruzione,rende inadeguati gli impianti finora esistenti, inoltre, dovrebbero essere modificati quantomeno i telai delle auto,e questo solo se le potenze verrebbero tenute volutamente basse.
I costruttori di ricambi,in pochi anni andrebbero in crisi,in quanto i componenti esistenti,si differenziano da quelli del progetto,e tanti di essi,nn servirebbe neanche più costruirli.
Altro scoglio,sono le case assicuratrici,che perderebbero cifre esorbitanti,con l'assicurazione di veicoli da 1000cc o meno.
Il consumo di carburante,sarebbe un altro insormontabile problema.Lo stato incassa le accise su questo,e nn rinuncerebbe ad incassare miliardi,perchè ora ne serve di meno per muovere i veicoli.E nn è una motivazione assurda,la politica in questo momento,è:tu più spendi,io più guadagno,poi se nn arrivi a fine mese,son fatti tuoi.
Se il brevetto venisse acquistato in italia,sarebbe solo per tenerlo gelosamente custodito,come già successo in passato.
Certo sarebbe bello che invenzioni di un certo calibro concorressero a migliorare la vita,ma nn funziona così.
Ciao"

Leggi tutto l'articolo