Mou, prove di danza

Insomma la tiritera sara' questa: una settimana noi ( magari per poche ore ) la settimana successiva LORO.
Un tira e molla che fara' da costante sino alla fine del torneo.
Alternanza, dunque, e' o sembra, essere  la parola d'ordine.
Con i friulani e' sempre dura.
Ostici e mai domi ( come scrivono i professionisti ) , la banda di Marino ci ha messo alle strette per tutti i 90'.
Eppero', c'e' sempre un " eppero' ", il nostro trequartista tanto agognato, e' riuscito a sbrogliare il bandolo con quel tiro  da TRE punti, che vale effettivamente Tre punti determinanti.
Fin qui' la parte, come dire, seriosa .
Ai piu' non sara' certo passata inosservata l'esultanza dello spescialuan al gol di Wesley: un passo sincopato, condito da veri e propri Arabesque, degni solo di nomi leggendari della Danza che conta.
Mou come Barysnikov.
Anzi di piu', la sua eleganza e leggiadria ha ricordato le CABRIOLE entrate nella storia di Rudolf Nuriev.
Incontenibile, neanche fosse alla prima del Bolscioi, Mourinhov ha riscosso entusiasmo per la sua performance, tanto che la platea della Scala ( del calcio ) gli ha decretato oltre dieci minuti di standing ovation.
Avanti cosi'.   Ecco il mister alle prese con le prove generali, e durante la sua formidabile esibizione.

Leggi tutto l'articolo