Mourinho vuole portare al Chelsea Cristiano Ronaldo

Le dichiarazioni d'amore che Jose Mourinho ha più volte lanciato al Chelsea, non lasciano dubbi sulla sua prossima destinazione.
Lo Special One ha fallito in Spagna, malgrado i risultati conseguiti non siano da disprezzare.
Ma un campionato vinto col record di punti, una coppa di Spagna, un'imbattibilità infinita in casa non potevano certo soddisfare il fine palato dei madrilisti.  Ma non sono stati i risultati a condannare Mou, ma il cattivo rapporto con la squadra e questo fa meraviglia.
Il Portoghese non è stato mai ritenuto un grande allenatore nel senso letterale del termine.
Il gioco delle sue squadre è atto più a distruggere che a costruire, nessuna tattica particolare è stata da lui inventata.
La grandezza di Mourinho è data dalla sua capacità motivazionale.
Tutti i calciatori da lui allenati hanno sempre reso in termini di grinta, volontà e abnegazione ben al di sopra dei loro standard abituali.
Il rapporto umano che il Portoghese crea con i suoi atleti è un vincolo che spesso viene testimoniato anche quando non sono più allenati da lui.
Proprio sul terreno a lui più congeniale Mou ha fallito.
Spogliatoio diviso, calciatori contro.
Questa la causa dei suoi insuccessi spagnoli.
Ora Mou andrà al Chelsea e vorrebbe portare con sè i suoi fedelissimi.
In primo luogo il suo connazionale Cristiano Ronaldo.
CR7 costa una cifra iperbolica e per adesso solo il PSG ha fatto intendere di voler provare a fare  un'offerta (77 milioni) alla dirigenza del Real.

Leggi tutto l'articolo