Muore nonno, dal padre assegno più alto

(ANSA) – ROMA, 4 FEB – A riprova di quanto il ‘bilancio’ dei separati si affidi al sostegno dei nonni, la Cassazione ha stabilito che un ex marito – un professionista che stando alla separazione consensuale doveva versare solo 300 euro al mese per la figlia – ora deve corrispondere 1200 euro per la ragazzina e 800 alla ex moglie perché la morte del nonno materno ha fatto venir meno “il consistente aiuto economico in favore di figlia e nipote” che l’anziano assicurava da quando il matrimonio, tra borghesi della Cagliari ‘bene’, era naufragato rovinosamente.
I rapporti tra i due ex sono monitorati dai servizi sociali per l’elevata conflittualità.
La gestione della figlia è affidata alla madre perché il padre ha avuto un “comportamento aggressivo” nell’esercizio del ruolo genitoriale per “difficoltà di certo non attribuibili alla ragazzina”.
In futuro le cose potrebbero cambiare e si potrebbe arrivare all’affido condiviso.