Musei e Monumenti

L’edificio sorse nel luogo già occupato dal precedente teatro morelliano, risalente al XVIII secolo, e venne orientato con la facciata prospiciente via Rosselli.
Costruito su progetto dell’architetto Olivieri, inaugurato nel 1888, il teatro fu intitolato a Carlo Coccia, maestro napoletano che per trentadue anni aveva diretto la cappella della cattedrale.
L’esterno è dipinto in grigio, a "effetto granito" e su tre lati si apre un portico sorretto da colonne in granito rosso.
L’atrio presenta un pavimento a mosaico, quattro colonne in ghisa reggenti la struttura portante e quattro nicchie in cui sono posti i busti di Bellini, Rossini, Donizetti e Verdi.
All’ingresso della platea vi sono i busti di Saverio Mercadante e Carlo Coccia.
La sala è a forma di ferro di cavallo e contiene quattro ordini.
I palchi sono sporgenti, sorretti da colonnine in ghisa: decorati in stile rinascimentale, disponevano di retropalchi e di camerini privati.
Il palcoscenico è molto grande, con sfondati laterali ...

Leggi tutto l'articolo