NAPOLI E IL BASKET NEGATO: STRUTTURE INAGIBILI IMPEDISCONO IL REGOLARE SVOLGIMNENTO DI ATTIVITA' E PARTITE

Questo pomeriggio alle 18, gli spalti e il parquet del PalaBarbuto in viale Giochi del Mediterraneo, rimarranno desolatamente vuoti: il programmato match di basket del girone C del campionato di serie B maschile di basket, tra il Cuore Napoli Basket, tra l'altro al debutto casalingo e la Stella Azzurra Roma, non si disputera', ed e' stato rinviato al prossimo 19 ottobre alle ore 20.30.
Ancora una brutta pagina e una decisa sconfitta per lo sport cittadino e ancora grossi problemi con l'impiantistica sportiva partenopea.
Il PalaBarbuto, e' attualmente un impianto inagibile e nel quale bisogna effettuare entro breve lavori urgenti di vario tipo come interventi sull’illuminazione e sui percorsi di accesso e di uscita per il pubblico, per rendere la struttura nuovamente fruibile per squadre e spettatori.
Questo, il risultato dell' ultima ispezione della Commissione di Vigilanza sugli spettacoli pubblici nell'impianto flegreo, con il Comune di Napoli, proprietario dell'impianto flegreo che dovra' urgentemente e speriamo celermente come gia' tra l'altro assicurato da alcune dichiarazioni, porre rimedio a questa situazione deficitaria, che, per ora impedisce lo svolgimento delle partite di basket all'interno dello stesso PalaBarbuto e priva ingiustamente societa' e tifosi della gioia domenicale.
Il Cuore Napoli Basket si e' allenato regolarmente anche ieri mattina, proseguendo regolarmente il proprio piano di preparazione, anche se oggi non ci sara' la possibilita' di mettere in pratica sul parquet quanto fatto con gran volonta' e impegno in settimana.
Coach Ponticiello, sicuramente dispiaciuto per quanto accaduto, ci ha brevemente detto:" Obiettivo primario per noi, e' non farsi condizionare dagli accadimenti.
Ci dispiace davvero tanto non poter giocare domenica, ma sia io che la squadra continuiamo il nostro lavoro quotidiano e continueremo ad impegnarci totalmente e giocare per questa maglia e questa societa' e per gli sportivi partenopei, auspicando che al piu' presto si torni a parlare solo di basket giocato."

Leggi tutto l'articolo