NBA: Los Angeles Lakers - Orlando Magic 99-86 gara 5 Lakers Campioni nba 2009

I Los Angeles Lakers hanno vinto il campionato americano di basket Nba 2009, battendo in gara 5 gli Orlando Magic 99-86.La serie, al meglio delle 7 partite, si e' chiusa sul 4-1.
E' la 15/a volta che la franchigia di Los Angeles si aggiudica il titolo.
Kobe Bryant e' stato protagonista anche di gara5 con 30 punti; nella serie di finale ha tenuto medie fantastiche, 32,4 punti e 7,4 assist a partita.
Per coach Phil Jackson, si tratta del 10/o titolo: nessuno ha fatto meglio.
Ora non chiederanno più a Kobe Bryant perché non ha mai vinto un titolo senza Shaq.
Ora non chiederanno più a Lamar Odom perché gioca bene una volta sì e cinque no.
Ora non diranno più a Pau Gasol che è molle.
I Los Angeles Lakers sono campioni Nba per la 15ª volta, dopo la vittoria 99-86 in gara-5 a Orlando che vale il 4-1 nella serie.
Dopo un digiuno durato 7 anni, è strameritato e nettissimo, al di là delle due grosse occasioni sprecate dai Magic in gara-2 e 4.
Per coach Phil Jackson è il 10° titolo, uno in più di Red Auerbach.
Il Maestro Zen ora è solo in vetta alla classifica dei tecnici più vincenti di sempre.
Kobe (30 punti, 5 assist, 6 rimbalzi e 4 stoppate in gara-5) stringe al petto il trofeo di miglior giocatore delle finali, il primo in carriera, e chiude con medie straordinarie: 32.4 punti e 7.4 assist a partita.
Zittisce i critici, forse per sempre.
E idealmente respinge l’assalto di LeBron James.
Il numero uno, almeno per un’altra stagione, rimane lui.
Gara-5 è durata 10’, il tempo per Orlando di sfogarsi.
Ma, inevitabilmente, appena i Lakers hanno reagito, i Magic si sono sciolti.
E il secondo tempo è stato poco più di una passeggiata in attesa dell’incoronazione.
Avvio fulminante di Orlando che si porta sul 15-6 sbagliando anche due facili contropiede.
I Lakers perdono 3 palloni nei primi 5’, Bynum sbaglia i primi 6 tiri, mentre per i Magic tutto il quintetto è già a segno.
I rimbalzi offensivi (5 nei primi 6’) e un 5-0 tutto di Bryant, permettono a L.A.
di tornare a -4 (19-15), con l’energia dei Magic (0/5 da 3) che pare già esaurita.
Alla fine del 1° quarto è 28-26, con i Lakers che tirano male (36%) ma sono lì grazie ai 7 rimbalzi d’attacco.
Kobe è già a quota 11.
Orlando prova ad allungare nuovamente (34-28 con Howard che però sbaglia l’aggiuntivo), ma Odom replica (34-31 a -8’32") mentre Bynum è già a 10 tiri tentati (3 a segno).
Passata l’onda emotiva con cui i Magic avevano iniziato la gara, i valori emergono e Ariza da tre firma il primo sorpasso (40-42 a 5’ dall’intervallo) [...]

Leggi tutto l'articolo