NEWS CONSUMATORI

di Fabrizia Rosati CALL CENTER: LE NOVITA’ DEL PROSSIMO TRIENNIO - Il Consiglio dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni ha approvato un piano triennale di miglioramento progressivo della qualità dei servizi telefonici di contatto (call center) degli operatori di telefonia fissa e mobile.
Sono stati definiti standard minimi di qualità al fine di garantire i diritti degli utenti sia quando contattano sia quando vengono contattati per l’attivazione di servizi o promozioni.
In particolare si tenderà a ridurre i tempi d’attesa e a rendere il servizio accessibile anche ai non udenti.
Gli operatori dovranno finalmente fornire un proprio codice identificativo, dovranno parlare un italiano chiaro e comprensibile, dovranno assegnare un codice ai reclami ricevuti.
Sarà ridotto il tempo di attesa per la risposta ed il servizio di chiamata dovrà essere completamente gratuito.
RICERCA: I PRODOTTI DISCOUNT NON INFERIORI ALLE GRANDI MARCHE - L'associazione dei consumatori CLCV ha pubblicato un'indagine da cui emerge che i prodotti alimentari discount mostrano caratteristiche nutrizionali equiparabili a quelle dei prodotti di marca.
Per arrivare a questa conclusione, CLCV ha confrontato i prezzi e le etichette di 303 alimenti "hard discount", col marchio dei supermercati e grandi marche.
"Le differenze che abbiamo potuto constatare tra certi prodotti "discount" e i loro concorrenti sono limitate come numero.
Affermare che i prodotti meno cari sono necessariamente di qualita' inferiore non ci pare proprio fondato", e' la conclusione.
IN ITALIA ACQUA INQUINATA DAL 25% DEI RUBINETTI - Da un rubinetto su quattro esce acqua contaminata.
Lo hanno rilevato le analisi dell'Universita' Federico II di Napoli, che ha analizzato campioni in 50 citta' di 17 regioni.
Le sostanze proibite vanno dal cloro ai batteri.
In totale sono stati effettuati 35 mila analisi.
Viene specificato che i rischi per la salute si hanno solo in caso di assunzione prolungata.
    GARANZIE EXTRA: CONVENGONO SOLO PER PRODOTTI MOLTO COSTOSI - Il mercato degli elettrodomestici e dell’elettronica di consumo ha scoperto un nuovo introito.
Il contratto di garanzia prolungata, superiore cioè a quella di legge.
Per un televisore, ad esempio, un pacchetto di garanzia di 5 anni, costa circa un quinto in più del prezzo base.
Ma conviene davvero? Dipende.
In caso di guasto, mal funzionamento o furto, i produttori e rivenditori si impegnano ad intervenire, ma le condizioni le stabiliscono loro e spesso c’è comunque una franchigia in più.
Alcuni [...]

Leggi tutto l'articolo