NEWS DA CERERE

  Astronomia, su Science uno speciale sulle sei facce di Cerere Dalla presenza di ghiaccio d'acqua al criovulcanesimo, sono tutti dedicati ai recenti risultati della missione spaziale Dawn i sei articoli sul pianeta nano Cerere pubblicati sul numero odierno di Science.
Due in particolare si basano sui dati raccolti dallo spettrometro italiano VIR, fornito dall'ASI sotto la guida scientifica dell'INAF, e vedono fra i coautori numerosi ricercatori dell'INAF IAPS di Roma A cura di Peppe Caridi 1 settembre 2016 - 20:56 image: http://www.meteoweb.eu/wp-content/uploads/2016/09/Copia-di-copertina-science.jpg Copertina del numero odierno di Science, dedicata a Cerere Sei inattese "facce" di Cerere illustrate in altrettanti studi pubblicati, tutti in un colpo solo, sull'ultimo numero di Science.
Numero del quale il pianeta nano si è così aggiudicato anche la copertina.
Dai risultati dei sei studi emerge il ritratto d'un mondo di roccia e ghiaccio nel quale si scorgono i segni di crateri, di fratture, di criovulcani, forse persino di una debole atmosfera e che, nel complesso, delineano l'attività geologica che ne ha caratterizzato il passato recente.
I sei studi derivano tutti da dati raccolti grazie alla missione Dawn della NASA.
Tutti gli articoli sono firmati anche da ricercatrici e ricercatori, o da associati, dell'Istituto di Astrofisica e Planetologia Spaziali (IAPS) dell'INAF di Roma, e due in particolare sono specificatamente dedicati ai risultati delle osservazioni dello spettrometro italiano VIR (Visual and Infrared Spectrometer) a bordo della sonda: strumento chiave per la comprensione di un oggetto come Cerere, VIR è stato fornito dall'agenzia Spaziale Italiana (ASI) sotto la guida scientifica dell'Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF).
Partiamo dunque da questi ultimi per scoprire il volto inedito del più grande oggetto celeste fra quelli che popolano la cosiddetta "fascia principale", la cintura d'asteroidi che si trovano fra le orbite di Marte e Giove.
C'è ghiaccio d'acqua nel cratere Oxo image: http://www.meteoweb.eu/wp-content/uploads/2016/09/Copia-di-copertina-science-236x300.jpg Copertina del numero odierno di Science, dedicata a Cerere   Lo studio guidato da Jean-Philippe Combe del Bear Fight Institute di Winthrop (USA) dimostra la presenza di acqua ghiacciata in superficie.
«Già si sapeva della presenza di ghiaccio d'acqua, ma ci si attendeva che su Cerere il ghiaccio in superficie fosse instabile lontano dai poli: trovarlo proprio lì è stata dunque una sorpresa», spiega Maria Cristina De [...]

Leggi tutto l'articolo