NO, DEL TAV NON SI È PARLATO ABBASTANZA

Si è parlato fin troppo del fatto che il Tav si dovesse fare o non fare, ma non si è parlato abbastanza del fatto che quella discussione era sul nulla. E per questo non poteva avere né vincitori né vinti. L’enorme diatriba è stata soltanto una enorme operazione di disinformazione. E proprio di questo non s’è parlato abbastanza.
Poiché tutto questo sembra un gioco di parole, mi spiegherò meglio. Immaginiamo che ci sia un uomo molto malato e che i medici al suo capezzale si accapiglino, a lungo, sulla terapia da adottare. Poi qualcuno fa notare che, sin da prima che si mettessero a discutere, il malato era morto, e dunque la discussione è inutile. E ciò malgrado, si continua a discutere della terapia per guarirlo. Ebbene, ecco il punto, per come l’ho capito io: si è parlato a lungo di fare o non fare il Tav, mentre non si è parlato abbastanza del fatto che la discussione è inutile, in quanto la cosa è già decisa.
Che cosa si è fatto credere, agli italiani? 1) Che l’undici marzo si doves...

Leggi tutto l'articolo