NON PREESISTENZA DI GESU'

La negazione dell’eterna preesistenza del Figlio di Dio  Gli Zaccardiani negano l’eterna preesistenza del Figliuolo di Dio, in quanto sostengono che Dio al principio prima ha creato Gesù e poi tramite lui tutte le cose.
Il giorno 1 Gennaio 2010 ho telefonato a Francesco Coco, che è l’anziano della Chiesa Zaccardiana di Vittoria (Ragusa) ed uno dei più importanti ed influenti fra gli anziani zaccardiani in Italia, a cui ho sottoposto alcune domande in merito alla preesistenza di Cristo per avere una conferma o una smentita a delle voci che mi erano giunte.
Quando gli ho detto: ‘Da quello che mi risulta, poi, correggimi se sbaglio, voi praticamente insegnate che Dio prima ha creato Gesù, e poi tramite Gesù tutte le altre cose’, lui mi ha detto: ‘Certo, certo!’ E mi ha invitato a chiedere in merito a questo argomento anche a Crocetti Sergio, l’anziano della Chiesa Zaccardiana di Roma, in quanto ‘con lui siamo sempre la stessa cosa’ (e difatti mi risulta che anche Crocetti Sergio insegna la stessa cosa), e non solo con lui ma anche con tutti gli altri Zaccardiani d’Italia.
E poi quando gli ho ribadito quello che avevo capito sulla loro posizione: ‘Da quello che mi pare di avere capito, correggimi se sbaglio, Francesco, avete una dottrina che esalta la divinità di Gesù però fa di Gesù la prima creatura, il primogenito di ogni creatura’, lui mi ha detto: ‘Sì, sì’.
Nonostante ciò, però, gli Zaccardiani adorano Gesù, lo pregano e lo invocano considerandolo Dio (come anche sostengono che lo Spirito Santo è Dio, ma non lo pregano e non lo invocano come invece avviene in molte Chiese Pentecostali).
Questo insegnamento degli Zaccardiani che nega l’eterna preesistenza di Gesù Cristo è falso, in quanto la Sacra Scrittura insegna che prima della sua incarnazione, Gesù Cristo esisteva come essere divino INCREATO da ogni eternità, e quindi eterno come e con Dio Padre.
Vediamo di dimostrarlo con la Scrittura.
Innanzi tutto diciamo che Gesù Cristo, il Figlio di Dio, esisteva come persona prima della sua incarnazione.
Questo lo attestò Gesù Cristo stesso quando disse: "E che sarebbe se vedeste il Figliuol dell’uomo ascendere dov’era prima?" (Giovanni 6:62), "Son disceso dal cielo per fare non la mia volontà, ma la volontà di Colui che mi ha mandato" (Giovanni 6:38); "Ed ora, o Padre, glorificami tu presso te stesso della gloria che avevo presso di te avanti che il mondo fosse" (Giovanni 17:5); "Padre, io voglio che dove son io, siano meco anche quelli che tu m’hai dati, affinché [...]

Leggi tutto l'articolo