NOTRE-DAME IL GIORNO DOPO...

 Che tra noi italiani e i francesi ci sia una sorta di antipatia reciproca è risaputo, sarei un ipocrita se tentassi di negarlo, ma di fronte a fatti simili si lascia da parte tutto e ci si stringe in un simbolico fraterno abbraccio.
 Mi ha fatto veramente male leggere sui social certi commenti, certe battute sarcastiche e irreverenti, riguardo all’incendio di Notre-Dame,  allo stesso identico modo in cui mi ha fatto male al tempo leggere i commenti di certi francesi in merito alle sciagure che hanno colpito in passato l’Italia, vedi il terremoto di Amatrice, la valanga a Rigopiano e il crollo del ponte di Genova, abbassarci al loro livello però non ci rende di certo migliori, anzi.
I deficienti, per non dire di peggio, non hanno nazionalità, si trovano ovunque, facciamo solo e sempre in modo che l’intelligenza non venga soffocata dall’ignoranza. Non condivido neanche le critiche mosse ai pompieri, facile come sempre criticare comodamente seduti  davanti ad un monitor, ma non è facile ...

Leggi tutto l'articolo