NOTTI DI STELLE, DESIDERI, SOSPIRI

In queste calde notti d'agosto, basta volgere uno sguardo al cielo per godersi uno spettacolo fantastico! In qualunque posto del mondo in cui ti trovi, a passeggiare, o immobile ad ascoltare i rumori del vento e del mare, a meditare, a rimirare i profili fantasiosi che si stagliano all'orizzonte in montagna, nel cuore della notte, miriadi di scie luminose ti incollano magicamente l'occhio alla volta celeste.
Intorno a te tutto appare luminoso, armonioso.
Tutto ha un colore, un sapore, un profumo diverso dal solito.
Tutto ciò che ti circonda ti inebria, ti trasporta e ti fa volare pensieri e sogni sui picchi inviolati delle galassie.
Se osservi, annusi, aspiri, assapori, la vita e i sogni sembra che viaggiano nell'etere in simbiosi perfetta.
Anima e corpo pulsano in sintonia magica.
Intrecciati, come due amanti appassionati, niente li divide, niente gli impedisce di compenetrarsi.
Insieme possono toccare cielo e terra, salire e scendere con una velocità supersonica, parlarsi con un linguaggio nuovo, camminare leggeri, completarsi coi difetti e le virtù. Gustare materiale e spirituale, senza avvertire quel divario tra i due mondi: carnale e mistico, che spesso frena e inibisce gli slanci emozionali, la fantasia, la giocosità sensoriale, la libertà intellettiva.
In queste notti calde e afose, o fresche e arieggiate a seconda in cui ti trovi, lo spettacolo offerto alla vista dalle stelle cadenti è veramente fatato.
Punti stellari e scie iridate trasformano il buio in luce.
L'infinito ti sembra meno incognito, quasi fosse il prato fiorito di casa tua in cui trovi ristoro e certezze quando il mondo ti ferisce o non trovi solidità in chi ti circonda.
Tradizionalmente queste sono le notti in cui magia, scienza e leggenda si confondono e si perdono nel tempo. Il mito rinnovato di Perseide, delle “lacrime di san Lorenzo” delle fiaccole di Dio che in ogni parte del mondo chiama a raccolta appassionati dei fenomeni planetari, osservatori astronomici, studiosi e sognatori.
Popolarmente notti dei desideri e dei sospiri esauditi.
Ovunque e comunque volgi sguardo e pensiero verso l'esibizione celeste, lo sciame radiante che solca il palcoscenico sconfinato, il brillio stellare insolito, le sciabolate a pioggia di strie iridescenti ti catturano e ti riempono di stupore.
Nessuno sotto un cielo tanto fascinoso e movimentato fa a meno, se non a credere ciecamente almeno a sperare, che per ogni stella cadente avvistata un desiderio espresso è destinato ad avverarsi e un sospiro emerso dai crucci del cuore a salire, a salire a [...]

Leggi tutto l'articolo