NUNC EST BIBENDUM

   Ritorniamo alla nostra carrellata di frasi latine che ricorrono nell'uso frequente della nostra lingua  NUNC EST BIBENDUM:                        ORA BISOGNA BERE ! ESORDISCE ORAZIO PERCHE' E' MORTA CLEOPATRA , FATALE MONSTRUM LA NEMICA DI ROMA ; CHE SI E' UCCISA DOPO LA VITTORIA DI OTTAVIANO PRESSO AZIO: COME LUI UN ALTRO POETA , ALCEO , AVEVA BRINDATO AD UNA MORTE ALTRETTANTO AUSPICATA ; QUELLO DEL TIRANNO DI PARTE POPOLARE : " INEBRIARSI SI DEVE E AL LIMITE DELLE FORZE BERE, PERCHE' E' MORTO MIRSILIO"  ESULTA  ALCEO ALZANDO LA COPPA : QUANDO CADEVA UN NEMICO GLI ANTICHI SALUTAVANO L'EVENTO CON IMPIETOSA E RUMOROSA LETIZIA : NELLA SFERA PRIVATA ,  LE OCCASIONI DI ESCLAMARE NUNC EST BIBENDUM NON SONO MOLTE : UNA VINCITA ALLA LOTTERIA, IL TRENO IN ORARIO,   L'INQUILINO CHE SPONTANEAMENTE  LASCIA LIBERO L'APPARTAMENTO!  da Siamo tutti latinisti di Cesare Marchi   a cura di piero laliscia                                                                           

Leggi tutto l'articolo