NUOVA"la fatina" ... DJ

"La fatina" La trovai nuda sonnolente in una pozza d'acqua Sotto la grondaia dove depositò la risacca Onda dell'amore ci travolgi muti e tiri scherzi Confondi le rotte inverti tutto e scambi i versi Luna ubriaca mi sputò pure un arcobaleno Lei sciogliette i suoi capelli con grido ameno Al chiarore della notte indossava abiti di gelo Di chi vide tutti i colori e poi infine il nero Ripiegata su se stessa con braccia conserte Vissuta ai bordi del mondo su spiagge deserte Fatina che cercaron di far morire tra gli umani D'inchiodarla al suolo muta di strappargli le ali D'un tratto la vela nel suo dorso sul catrame Fatina d'una favola reale regina del suo reame Gelido immobile intorno ogni essere statico Spazzato via dal battito  del vento artico Lieve t' alzasti sulle guerre lasciate al suolo La vita per molti è strisciare per lei un volo Solcò il nero leggiadra lasciò  trecce d'oro Nel cielo che si fece nostro e non più loro  Leggera s' issò sui mortali lasciando la scia Il mio sguardo pieno non di "dopo" ma di "prima" Col soffio asciugò occhi di sabbia e brina Prese parole confuse e stese pagine di  rima La seguii  dove l'alba sorge per cambiare Mazzi di luce perché il buio vuol  tornare Lunga la traiettoria d'un volo carpiato Che lascia l'uomo non più solo e cambiato  Fatina libera negli stracci che hai addosso Nella vita che poco ha dato e molto ha tolto Mia dolce nessun attimo é normale ma speciale Nel secondo che ci sfugge e diventa immortale (continua in settimana) Dj Pohnzi " la fatina"

Leggi tutto l'articolo