Namibia: Il mondo all'inizio del mondo

   Di Alfia Cardoni LUGLIO 2002: DESTINAZIONE NAMIBIA Diario di Bordo .
16/07/02 .
 Alle 6,30 entriamo puntuali nell’Etosha; giriamo per circa tre ore senza vedere neanche un animale, tanto perché, come ha detto ieri  Il Nomade, di buonora si hanno  maggiori possibilità d'incontrarne! E ci siamo alzati all’alba per questo! Dopo un piccolo relax nel campo di Halali, al centro del parco,  ripartiamo un po’ scoraggiati: abbiamo già consumato tre quarti della mattinata e non è successo nulla.
Poco dopo non possiamo credere ai nostri occhi, una pozza d’acqua è piena d’animali: zebre, tre giraffe, gazzelle (queste non mancano mai), faraone, piccoli uccelli dai colori molto brillanti nelle sfumature del blu e del giallo, insomma una moltitudine d’animali, veramente una scena bellissima.
Dopo riprese, foto, commenti, ed esclamazioni di gioia, si riparte per altre vie.
Ad un certo punto ci troviamo in una stradina piena d’inconfondibile cacca d’elefanti (affettuosamente chiamati Ele), la quale sembra anche abbastanza fresca.
Percorriamo qualche chilometro vedendo solo cacca e se c’è la cacca, per di più fresca, ci devono essere anche i legittimi proprietari! Giriamo ancora a vuoto _________ stiamo quasi perdendo le speranze _________quando un’inchiodata del Nomade ci fa girare la testa verso tre bellissimi Ele  perfettamente mimetizzati nei fitti arbusti grigi e spinosi della boscaglia.
Avanzano lentamente verso di noi, ed attraversano la strada proprio davanti ai nostri occhi, permettendoci di osservare tranquillamente la loro imponenza (Very dice il loro splendore!).
Ripartiamo pensando che oramai la mattinata si concluda con questo colpo di fortuna.
Poco dopo tre giganteschi kudu c’invogliano a fermarci di nuovo: vogliamo ammirarli con calma (il tempo non manca).
Ci sono anche zebre e gazzelle.
Notiamo che tutti gli animali  guardano nella stessa direzione e che sono praticamente immobili.
L’Alberto riprende la scena con la sua Super 8; ad un certo punto un animale particolare attraversa l’obiettivo e lui esplode in un’entusiastica esclamazione di sorpresa: “un leone, eccolo, un leone, l’ho visto dentro la telecamera !!!!!” Finalmente uno dei  340 esemplari rimasti di Pantera Leo è davanti ai nostri occhi !!! solo 340 su oltre 22.000 kmq di parco!!!! Un colpo di fortuna non c’è che dire.
Incredibile, non ci speravamo proprio più!! Ed Il Nomade: “ è un leone, zitti, fermi, forse vuole fare caccia, zitti, state zitti, fermi”.
Lui ovviamente si eccita più di tutti e vuole [...]

Leggi tutto l'articolo