Nancy Brilli a Leggo: "Io, attrice per amore. Con Verdone il top, inseguo ancora il film della vita"

«Faccio questo lavoro per mancanza d'amore, è una falla che richiede quantità e l'affetto dei fan sui social mi fa sentire amata». Parla diritta al cuore Nancy Brilli, l'attrice romana da dopodomani nelle sale con Tiro libero, una storia di crescita e redenzione sul tema dello sport e della disabilità, firmata da Alessandro Valori.

L'attrice ieri ospite nella redazione di Leggo in veste di direttore per un giorno sullo schermo è la mamma di Dario (Simone Riccioni), un ragazzo snob e arrogante, che dopo una dramma personale inizia ad allenare una squadra di basket formata da ragazzi disabili. Un episodio che lo porterà a crescere. Nel film, anche il cestista italiano Luca Vitali, l'ex campione Carlton Myers e l'allenatore Carlo Recalcati. «Mi sento madrina di questa pellicola spiega Brilli - Ho accettato di interpretare un cameo perché mi ha contagiato l'entusiasmo di Valori e Riccioni».
L'attrice, consacrata sul grande schermo da Compagni di scuola di Carlo Verdone, rivela: «In tv h...

Leggi tutto l'articolo