Napoli, uccisa nella sua auto la sorella di un collaboratore di giustizia

Sul posto la polizia, che sarebbe stata avvertita da una telefonata.
Teresa Buonocore, 41 anni, colpita da quattro proiettili in via Ponte dei Francesi, all'ingresso della cittàNAPOLI - Si chiamava Teresa Buonocore, aveva 41 anni, incensurata, sorella di un collaboratore di giustizia, la donna uccisa stamattina a Napoli, mentre si trovava a bordo di un'auto, una Hyundai Atos, che risulta intestata a una donna più anziana.
La donna sarebbe stata raggiunta da quattro proiettili calibro 9 esplosi a distanza ravvicinata.
GLI ASSASSINI - L'omicidio è avvenuto nell'area del porto.
La vittima, a quanto si apprende, si trovava al volante della sua vettura, quando è stata colpita mortalmente, in via Ponte dei Francesi, all'ingresso della città.
Sul posto la polizia, che sarebbe stata avvertita da una telefonata.
Gli assassini potrebbero essere due uomini a bordo di una moto.
La donna è stata trovata riversa sul sedile di guida, coprendo la sua borsa.
Il traffico è paralizzato in zona a causa dei rilievi effettuati dalla polizia Scientifica.
Redazione online

Leggi tutto l'articolo