Nasce l’asse Renzi - Calenda e si torna a parlare di scissione.

Pd, la guerra civile continua: nasce l’asse Renzi - Calenda (e si torna a parlare di scissione)
Mentre nel partito c'è già chi non gradisce la gestione Zingaretti arrivano le Europee, e saranno una buona occasione per una resa dei conti. Che fare? Governare coi Cinque Stelle? Cercare le destre? O dividersi? Democratici in cerca di identità
«Ognuno deve fare la sua parte, non ambisco a ruoli di leadership». «Il partito ora è più unito, vuole chiamare a raccolta parte della società e mi auguro che la lista unitaria venga vista come un'opportunità». Queste due affermazioni sono, rispettivamente, di Matteo Renzi e di Nicola Zingaretti e sembrano testimoniare una sintonia all'interno del Partito Democratico. Più che di sintonia, però, sarebbe più corretto parlare di tregua. Una tregua che - come pattuito dai maggiorenti dem - reggerà fino al giorno dopo le elezioni europee.
Quel che succederà dal 27 marzo è tutto ancora da scrivere. Ma se pubblicamente viene fatto sfoggio di unità, nelle...

Leggi tutto l'articolo